COMUNICATO STAMPA

 

“PANE” simbolismo e sacralità

mostra d’arte contemporanea

 

Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie

Sasso Caveoso

Matera

11/18 settembre 2022

 

Opening domenica 11 settembre ore 11:15

 

La mostra sarà visitabile tutti i giorni

10:00-12:30  16:30-19:00

 

 

 

Sarà inaugurata domenica 11 settembre alle ore 11:15 presso la Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie Sasso Caveoso Matera, la mostra d’arte contemporanea dal titolo ”PANE” simbolismo e sacralità, dal 11 al 18 settembre 2022. Sono 10 gli artisti che indagano sul significato del pane non solo come nutrimento del corpo ma anche dell’anima.   

Il pane è uno degli alimenti più ricchi di significati, di funzioni e di valenze culturali e porta con sé memorie, valori simbolici, tradizioni che vanno oltre il semplice sfamare il corpo. Il simbolismo del pane si riferisce ad ambiti quali la sessualità e la fecondità umana, la fertilità della terra, il ciclo vita-morte, la salute e il benessere di uomini e animali. Lo ritroviamo come elemento portante di tutta quella ritualistica relativa al ciclo della vita (nascita, iniziazione, matrimonio, morte) e dell’anno (semina, coltivazione, raccolta, feste del raccolto). La mostra è organizzata dall’Associazione Culturale RicercArte di Alcamo e Associazione Patrimonio Rupestre di Matera, con il patrocinio del Comune di Matera, Regione Basilicata, APT Basilicata, Provincia di Matera, 

 



                                                                            

 

GLI ARTISTI

 

VIVIANA ALLEGRETTI. CLAUDIA BOTTA. LAURA CARLODALATRI.  SARA CERUTI.

   

 ANSGAR EMMET. PAOLO MANZARI. NADIA MAZZEI

 

FRANCO MURRU.  LINDA PAOLI.  ZHANG WEI

 

 

 

 

La mostra sarà visitabile tutti i giorni

10:00-12:30  16:30-19:00

 

 


Bando- "Pane" simbolismo e sacralità

                                                                                                                                                       

                                                                                                “PANE” simbolismo e sacralità                                                                       mostra d’arte contemporanea

     11/18 settembre 2022                                                                               Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie                                                                                        Sasso Caveoso - MATERA

 

 

Il pane è uno degli alimenti più ricchi di significati, di funzioni e di valenze culturali e porta con sé memorie, valori simbolici, tradizioni che vanno oltre il semplice sfamare il corpo. Il simbolismo del pane si riferisce ad ambiti quali la sessualità e la fecondità umana, la fertilità della terra, il ciclo vita-morte, la salute e il benessere di uomini e animali. Lo ritroviamo come elemento portante di tutta quella ritualistica relativa al ciclo della vita (nascita, iniziazione, matrimonio, morte) e dell’anno (semina, coltivazione, raccolta, feste del raccolto). Questo perché nelle società arcaiche la vita era concepita in termini di cicli e il grano, che consentiva di avere il pane, era sentito come metafora sacra di questa concezione. Il valore sacro di questo alimento lo possiamo cogliere da una semplice osservazione: ovunque la sua produzione, preparazione e consumo sono accompagnati da gesti, preghiere, formule e riti di propiziazione e ringraziamento. La sagoma, lo spessore, la dimensione del pane, invece, sono sempre simboliche. La forma è il mezzo attraverso il quale l’uomo dialoga con il sacro. Il grande antropologo Alberto M. Cirese, infatti, ci dice che “la forma non nutre: veicola informazioni e non calorie” (Cirese 1977, p. 83). Nella modellazione dei pani rituali si riassumono i significati simbolici e rituali di una determinata festa.

 

Stiamo selezionando artisti italiani e stranieri per la mostra collettiva internazionale d’arte contemporanea “PANE” simbolismo e sacralità

La mostra è organizzata da Associazione Patrimonio Rupestre di Matera e Associazione Culturale RicercArte di Alcamo, direzione artistica Bartolomeo Conciauro.

 

 

CANDIDATURA/SELEZIONE       

La partecipazione è aperta a tutti gli artisti italiani e internazionali operanti nei campi della pittura, scultura, fotografia, arte digitale. Il tema scelto per questo progetto è: “PANE” simbolismo e sacralità.

FORMATI AMMESSI: cm 30x40, 40x50, 40x40, 50x60, 50x50, 50x70, 60x60, 60x70

 

SUPPORTI:

Tela, Legno, cartoncino telato, ceramica, plastica, cartone, metallo.

Le opere dovranno essere munite di attaccaglia.

Si consiglia di non inviare opere con cornice e vetro

 

Per partecipare occorre inviare entro il 25 AGOSTO 2022

   1 immagine fotografica dell’opera   in formato jpeg ad alta risoluzione a: bcricercarte70@gmail.com con oggetto mail “PANE” simbolismo e sacralità     

Il file IMMAGINE dovrà essere nominato;

Nome Artista-Titolo-Tecnica-Misura- Anno di esecuzione.

 

                          

COME PARTECIPARE

La partecipazione alla selezione è gratuita è solo in caso di selezione sarà richiesto all’artista un contributo di 100,00 Euro, per le spese di organizzazione della mostra.

 

. ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

. PROGETTO GRAFICO E STAMPA, PIEGHEVOLE, CARTOLINA INVITO, BANNER

. PRESENTAZIONE

. DISTRIBUZIONE MATERIALE PUBBLICITARIO

. COMUNICAZIONE DEGLI ARTISTI SELEZIONATI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL

. INSERIMENTO DELL’OPERA NEL SITO DI RICERCARTE.

. COMUNICAZIONE SU TRM H24

. SPOT PODCAST 30 SECONDI TELERADIOAPPULA

 

COME CONTRIBUIRE

L’artista selezionato riceverà una e-mail dal direttore artistico.  Il contributo spese,  dovrà essere versato entro e non oltre il 30 agosto  2022. La copia del versamento dovrà essere inviata a: bcricercarte70@gmail.com

 Il versamento dovrà essere versato su Poste Pay Evolution intestato a Naire Feo    IBAN IT80I3608105138257454857457

 

PERIODO ESPOSITIVO

DAL  11/18 SETTEMBRE 2022

 

 

CONSEGNA E RITIRO

Le opere dovranno pervenire entro il 10 SETTEMBRE 2022 al seguente indirizzo:

AGENZIA MARTULLI VIAGGI s.r.l.s. VIA ALESSANDRO VOLTA 3/5 - 75100 MATERA

Le spese di trasporto   A/R sono a carico dell’artista.  L’artista selezionato verrà informato sulle modalità e termini di ritiro dell’opera.

 

 

IMBALLO OPERA

Le opere, dovranno pervenire imballate con air ball e in confezione di cartone utile per il ritiro.

 

ALLESTIMENTO

Il criterio espositivo e la collocazione dell’opera sono insindacabili e inappellabili.

 

LIBERATORIA

Gli organizzatori, pur avendo la massima cura delle opere ricevute, non si assumono alcuna responsabilità per eventuali danni di trasporto, manomissioni, incendio, furto e altre cause durante tutte le fasi della mostra, del magazzinaggio, delle esposizioni e della giacenza, l’artista autorizza gli organizzatori a l’utilizzo delle immagini e i dati forniti per la promozione.

 

ACCETTAZIONE

La partecipazione a “PANE “simbolismo e sacralità implica l’accettazione incondizionata da parte dei partecipanti di tutte le clausole e indicazioni contenute nel presente bando.

La scheda di partecipazione firmata, dovrà pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica. bcricercarte70@gmail.com.  Specificando nell’oggetto: “PANE“simbolismo e sacralità 

 

 

 

 

 

 

 

 

Info: Direttore Artistico – Ass.ne Patrimonio Rupestre                                                                                                              Bartolomeo Conciauro                                                                                                                                                                          cell. 347 4613346                                                                                                                                                                                    E-mail bartolomeo.conciauro@libero.it                                                                                                                                                 bcricercarte70@gmail.com                                                                                                                                                                   www.ricercarte.com                                                                                                                                                                               Art director   Ass. Culturale  RicercArte                                                                                                                                                 Naire Feo     naire2010@hotmail.it                                                                                                                                                       cell. 377 2099018                                                                                                                                                                                                                                                                                                        

 

“PANE”  simbolismo e sacralità                                                                               mostra d’arte contemporanea                                                                                                                                                Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie                                                                                        Sasso Caveoso  Matera                                                                                                                  11/18 settembre 2022  - MATERA

 

 

                                SCHEDA DI PARTECIPAZIONE    

       

              

NOME………………………………………………………….

COGNOME…………………………………………………… 

LUOGO E ANNO DI NASCITA……………………………. 

DOMICILIO…………………………………………………… 

CITTA’………………………………PROV……………….

RECAPITO TELEFONICO…………………………………….

E-MAIL…………………………………………………………

 

PARTECIPAZIONE CON 1 OPERA

 

TITOLO……………………………… MIS …………….. TECNICA ………………..ANNO..

 

 

QUOTAZIONE FORNITA DALL’ARTISTA……

                                                                                                                

                                                                                                                                  Firma 

 

                                               


 

COMUNICATO STAMPA

 

 

“CONTEST “ Foreste 2° appuntamento

Mostra d’arte contemporanea

 

 MUDIS- Museo della ceramica.     Palazzo Trabia S. Stefano di Camastra (ME)

 

21 maggio – 12 giugno 2022

 

Inaugurazione sabato 21 maggio ore 19:00

 

 

La mostra sarà visitabile tutti i giorni tranne il lunedì

10:00-13:00  16:00-20:00

 

 

 

 

 

Sarà inaugurata sabato 21 maggio alle ore 19:00 presso il MUDIS museo della ceramica Palazzo Trabia, S. Stefano di Camastra, la mostra d’arte contemporanea “CONTEST” Foreste. La mostra dopo il primo appuntamento di Matera, viene ospitata in occasione dell’evento Nazionale di Buongiorno Ceramica per il secondo appuntamento.  La mostra è organizzata da Associazione RicercArte di Alcamo e Associazione Patrimonio Rupestre di Matera, con il patrocinio del Comune di S. Stefano di Camastra. Il progetto è finalizzato a fare ricerca della creatività e promozione dell'arte contemporanea attraverso artisti ispirati e contaminati da telematiche ambientali. Si vuole stimolare, attraverso il linguaggio universale dell'arte la riflessione sulle urgenze delle problematiche ambientali che affliggono il pianeta.  Si intende cosi creare una relazione tra il mondo dell'arte e quello della comunicazione, con una particolare attenzione al tema della sensibilizzazione. I temi del Contest sui quali gli artisti sono invitati ad esprimersi sono: Foresta violentata – Foresta allegorica

 

 

Gli Artisti:       ALEX BARBANTI, AGATA NEREIDE, LIVIO BILLO, GIULIA COLOMBO, IVANA DI PISA, AURORA BASILE, ANNABELLA DUGO, MARIA GRAZIA TARULLI, MARIA LO DUCA, PAOLO MANZARI, SIMONETTA ROSSETTI, DIMITRI GAZZIERO, MANUELA PEDERZOLLI, ANGELO FRANCO, LUISA VALENZANO, ANTONIO PALAZZO, MAURIZIO MAFUCCI, BIANCA ARNOLD, PAOLA CENATI, PATRIZIA FERRARA, PEPPE MIGLIONICO, ANTONELLA ORLANDO, CARLA MARCELLA RIGHI, VALENTINA DIENA, ANTONELLA CICERI, MARIA BRILLANTE, ANGELA SANTOMASSIMO, 

Gent.mi partecipanti, il consiglio direttivo con la presente, inoltra le seguenti informazioni, per il buon prosieguo del Contest “FORESTE “per il secondo appuntamento presso il MUDIS Museo della ceramica Palazzo Trabia S. Stefano di Camastra(ME).

 

INDICAZIONI DELLA DESTINAZIONE E INVIO OPERE.

 

SPAZIO ESPOSITIVO: Museo della ceramica, Palazzo Trabia 98077 S. Stefano di Camastra ( ME )

PERIODO: Dal 21/05 al 12/06 2022

 

INVIO OPERE:

Le opere dovranno essere spedite e imballate con cura, anche per il ritiro.

Si consiglia di non inviare opere avvolte con carta e air ball.

Si consiglia di inviare opere senza vetro.

Le opere dovranno essere munite di attaccaglia per l’allestimento.

Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 18/05/ 2022 presso:

MUDIS. Museo della Ceramica- Palazzo Trabia 98077 S. Stefano di Camastra (ME)

Info per la consegna: orari: 10-13   -  16-20 Tranne il lunedì

 Cell: Filippo 3357254423.

 

Gli Artisti:       BARBANTI, NEREIDE, BILLO, COLOMBO, DI PISA, BASILE, DUGO, TARULLI, LO DUCA, MANZARI, ROSSETTI, GAZZIERO, PEDERZOLLI, FRANCO, VALENZANO, PALAZZO, MAFUCCI, ARNOLD, CENATI, FERRARA, MIGLIONICO, ORLANDO, RIGHI, DIENA, CICERI, BRILLANTE, SANTOMASSIMO, JUDITH BOY.

 

Il progetto è finalizzato a fare ricerca della creatività e promozione dell'arte contemporanea attraverso artisti ispirati e contaminati da telematiche ambientali. Si vuole stimolare, attraverso il linguaggio universale dell'arte la riflessione sulle urgenze delle problematiche ambientali che affliggono il pianeta.  Si intende cosi creare una relazione tra il mondo dell'arte e quello della comunicazione, con una particolare attenzione al tema della sensibilizzazione. Il tema del Contest sul quale gli artisti sono invitati ad esprimersi è:

 

1 – Foresta violentata

Le opere sono ispirate e hanno chiari riferimenti alle tematiche inerenti il disboscamento.  Questo è qui inteso come l'abbattimento degli alberi per motivi commerciali o per sfruttare il terreno per le coltivazioni, con tecniche distruttive per il sottobosco e per tutto l’habitat naturale, anche gli effetti naturali causati dagli incendi.

2- Foresta allegorica

Le opere sono ispirate al cammino della vita e del coraggio per affrontarla. Per questa ragione la foresta ha un posto di tutto rispetto nei sogni e nell'immaginario collettivo dell'uomo moderno: un luogo in cui perdersi per poi ritrovarsi cambiati e con una nuova percezione della realtà.

La foresta come metafora della vita,

Come momento di crescita,

Come un luogo rassicurante che protegge e guarisce.

 

                                                               Associazione Culturale RicercArte                                                                   Direttore artistico Naire Feo

E-mail bcricercarte70@gmail.com

Associazione Patrimonio Rupestre Matera

Direttore artistico Bartolomeo Conciauro

MUDIS Museo diffuso Stefanese

 

E-mail filippofratantoni@yahoo.it


REGOLAMENTO CONTEST  "FORESTE"

"CONTEST “FORESTE” Giornata internazionale delle foreste 21/03/2022 Il progetto è finalizzato a fare ricerca della creatività e promozione dell'arte contemporanea attraverso artisti ispirati e contaminati da telematiche ambientali. Si vuole stimolare, attraverso il linguaggio universale dell'arte la riflessione sulle urgenze delle problematiche ambientali che affliggono il pianeta. Si intende cosi creare una relazione tra il mondo dell'arte e quello della comunicazione, con una particolare attenzione al tema della sensibilizzazione. Il tema del Contest sul quale gli artisti sono invitati ad esprimersi è:

1 – Foresta violentata .Le opere sono ispirate e hanno chiari riferimenti alle tematiche inerenti il disboscamento. Questo è qui inteso come l'abbattimento degli alberi per motivi commerciali o per sfruttare il terreno per le coltivazioni, con tecniche distruttive per il sottobosco e per tutto l’habitat naturale, anche gli effetti naturali causati dagli incendi.

2- Foresta allegorica. Le opere sono ispirate al cammino della vita e del coraggio per affrontarla. Per questa ragione la foresta ha un posto di tutto rispetto nei sogni e nell'immaginario collettivo dell'uomo moderno: un luogo in cui perdersi per poi ritrovarsi cambiati e con una nuova percezione della realtà. La foresta come metafora della vita, Come momento di crescita, Come un luogo rassicurante che protegge e guarisce.

Il sito www.ricercarte.com si pone come piattaforma aperta e vetrina comunicativa. Si prevede la realizzazione di un catalogo a colori. Sono previste anche attività di promozione per i selezionati. L'organizzazione mira alla creazione di vari eventi espositivi.

Partecipazione:  La partecipazione al contest è gratuita. È ammessa anche la partecipazione in gruppo. La scheda in questo caso deve essere compilata e firmata da uno solo dei membri, che ne diviene il proponente. Il gruppo partecipante deve avere un nome di fantasia per essere individuato sia sul sito che sul catalogo. Le opere e il lavori presentati possono essere di nuova realizzazione o già realizzati. L’opera presentata dovrà essere accompagnata da una breve relazione (massimo 250 battute), che spieghi il legame tra il lavoro presentato e il tema prescelto che andrà indicato nella scheda di partecipazione.

Il Contest è diviso in 2 sezioni a seconda del Media utilizzato.

SEZIONE 1 IN CONCORSO Media: - FOTOGRAFIA ED ELABORAZIONI DIGITALI: La misura massima consentita per ogni lato dell'opera è di m. 1,50 PITTURA: La misura massima consentita per ogni lato m. 1,50 VIDEO - ARTE: La durata massima consentita 20 minuti SCULTURA, INSTALLAZIONI, AMBIENTI: La misura massima consentita dell'area espositiva m. 3 x 3 -

SEZIONE 2 FUORI CONCORSO I lavori selezionati nella sezione 2 non entrano in catalogo. Media - ECO-DESIGN: Si intende valorizzare l'esistenza e la possibilità di creazione di oggetti di design costruiti con materie e criteri eco - friendly . - PERFORMANCE e BODY ART: la durata massima è di 15 minuti. -

MODALITÀ DI ISCRIZIONE: Per partecipare al Contest bisogna compilare la scheda di iscrizione La documentazione di iscrizione da inviare via mail all’indirizzo bcricercarte70@gmail.com comprende: La scheda di iscrizione, compilata e firmata (se trattasi di gruppo, firma del proponente): - Una scansione del documento di identità (del proponente se trattasi di gruppo), - Il curriculum vitae (o breve testo che descrive l’attività del gruppo); - Una breve relazione sul tema dell’opera o del lavoro candidato (max 300 battute, in italiano o in inglese); - Un’immagine dell’opera o del lavoro ad alta risoluzione - Il video o suo estratto (max. 7 minuti); - Il progetto o grafica 3D (se ritenuto opportuno per altri media). Termine per l’iscrizione La documentazione di iscrizione deve pervenire all’organizzazione entro in giorno 30 gennaio 2022. Non saranno prese in considerazione le iscrizioni oltre tale date.

Giuria- Selezione-Vincitori-Premi. I componenti della giuria sono scelti dall’Associazione organizzatrice RicercArte fra illustri rappresentanti del mondo delle istituzioni, della cultura e del mondo artistico, della comunicazione, dell’ambiente, del design e dell’imprenditoria. I loro nomi saranno comunicati sul nostro sito internet www.ricercarte.com La giuria effettuerà la selezione delle opere entro il 7 febbraio 2022. Il comitato organizzatore provvederà a comunicare ai partecipanti i risultati della selezione operata dal consiglio direttivo tramite e-mail. Le decisioni della giuria saranno inoppugnabili e insindacabili in qualsiasi sede. (Per la sezione 1) Saranno selezionate 50 opere da pubblicare sul catalogo “FORESTE”, stampato a colori. Tra queste 50 opere ne saranno scelte 10, che saranno oggetto della mostra FORESTE come primo appuntamento nella città di Matera. (Per la sezione 2) Sarà selezionato un lavoro per ognuno dei due media fuori concorso. I lavori selezionati saranno inclusi nella mostra “FORESTE” e saranno oggetto d’attenzione sulla homepage del sito www.ricercarte.com e proposti ai vari partner per essere utilizzate in attività di promozione. Per entrambe le sezioni, la qualità, la ricerca, l’innovazione e la contemporaneità sono i criteri fondamentali della selezione delle opere o dei lavori. L’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale o di materie riciclate costituirà un valore aggiunto nella valutazione complessiva dell’opera o del lavoro. Solo i selezionati saranno contattati dall’organizzazione. Tutti gli altri partecipanti potranno seguire lo svolgimento del Contest informandosi sul sito www.ricercarte.com. I partecipanti al primo appuntamento nella città di Matera, saranno contattati dalla nostra segreteria, la quale provvederà a comunicare tempi e luoghi dove inviare l’opera. Per qualsiasi dubbio o informazione si invitano i partecipanti a scrivere a: bartolomeo .conciauro@libero.it Per l’allestimento della mostra sarà l’Artista stesso a provvedere a sue spese, al trasporto (andata e ritorno) della sua opera o lavoro, e se lo ritenesse opportuno, alla sua assicurazione per il periodo di trasporto e mostra. Per le sculture e per le installazioni, eventuali costi di costruzione e allestimento in loco saranno a cura dell’artista. E’ negli intenti dell’organizzazione organizzare mostre ed eventi in Italia e all’estero. Questa fase del progetto dipenderà dal Network che si riuscirà a formare e dai Partner e Sponsor che entreranno a far parte del progetto” FORESTE “ CATALOGO-Per ogni artista selezionato al Contest “FORESTE” sarà dedicata una pagina del catalogo generale. A tal fine, le didascalie contenenti le biografie e la descrizione dell’opera saranno il testo letterario che accompagnerà l’opera. Le fotografie delle opere saranno scelte in modo insindacabile dal comitato editing dell’associazione culturale RicercArte e dal web master. Qualora gli artisti fossero muniti di fotografie professionali delle proprie opere, poste in essere nei luoghi espositivi, i medesimi potranno inviarle in un numero massimo di tre, con i relativi crediti e liberatorie dei fotografi all’indirizzo mail bcricercarte70@gmail.com perché siano le prescelte per essere inserite nel catalogo, solo se rivestono i requisiti minimi di pixel e di professionalità naturalmente ad alta risoluzione. Gli artisti che desiderano ricevere il catalogo o più cataloghi sono tenuti al versamento di un contributo di euro 50 per copia. Il versamento dovrà essere versato su Poste Pay Evolution intestato Naire Feo IBAN IT80I3608105138257454857457 causale: Contributo Catalogo “FORESTE” con indicazione del loro nome specificando il numero di copie. La copia del versamento dovrà essere inviata alla mail bcricercarte70@gmail.com entro e non oltre il 25 febbraio 2022 Accettazioni L’iscrizione al Contest FORESTE sia nella Sezione 1) che nella Sezione 2), ne comporta implicitamente l’integrale accettazione, da parte dell’Iscritto, del presente Regolamento, in ogni sua parte. Fa parte di questo regolamento anche la scheda di partecipazione. L’Artista dichiara di essere consapevole che la presentazione della documentazione di iscrizione incompleta, costituisce causa di esclusione. Il candidato dichiara e garantisce che l’opera o il lavoro presentato, sia stato realizzato dall’artista stesso. Dichiara di essere responsabile dei contenuti del materiale visivo e testuale trasmesso e solleva l’Associazione Culturale RicercArte qualsiasi eventuale pretesa che dovesse essere avanzata da terzi in relazione all’opera o alla sua riproduzione, pubblicazione e/o sfruttamento, anche economico. L’Artista concede all’Associazione Culturale RicercArte i diritti di riproduzione delle opere e dei lavori e dei testi inviati per l’iscrizione che serviranno per creare il catalogo, pubblicizzare le opere sul sito www.ricercarte.com sui social network, o per altre forme di comunicazione, promozioni e attività dell’organizzatore. L’Artista dichiara di essere consapevole che rimane piena ed esclusiva facoltà dell’Associazione culturale RicercArte di decidere in merito alla pubblicazione delle opere sul sito internet, alla pubblicazione del catalogo e all’organizzazione di eventi ed esposizioni. Dichiara di accettare tutte le decisione della Giuria, riconoscendo che le sue scelte sono insindacabili ed inoppugnabili in qualsiasi sede. Dichiara di essere consapevole che l’opera verrebbe esclusa ove risultasse in tutto o in parte copiata o realizzata in violazione di diritti altrui.

Esonero da responsabilità per danni alle opere. Gli organizzatori, pur avendo la massima cura delle opere ricevute ed essendo i luoghi preposti ad attività museali già provvisti di assicurazione ad hoc per l’accesso al pubblico, non si assumono alcuna responsabilità per eventuali danni di trasporto, manomissioni, incendio, furto o altre cause fortuite, durante il periodo della manifestazione, del magazzinaggio, dell’esposizione e della giacenza. Gli artisti possono stipulare eventuali assicurazioni contro tutti i danni che le opere potrebbero subire, in quanto l’assicurazione copre solo i rischi collegati all’edificio e al suo utilizzo. Trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Ue 2016/679 e del d.lgs. 101/2018 i dati personali raccolti saranno trattati anche con strumenti informatici esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Le informazioni custodite nel nostro archivio verranno utilizzate per la partecipazione al concorso e per l’invio del materiale informativo. Il titolare e responsabile del trattamento dei dati è Associazione Culturale RicercArte: bcricercarte70@gmail.com. Associazione Culturale Via Leone XIII n.96 91011 Alcamo (TP) www.ricercarte.com Mail- bcricercarte70@gmail.com Pec. ricercarte@poste-certificate.eu CF.97212780825 CONTEST “FORESTE” Giornata internazionale delle foreste.

   

 

 


SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

SEGNARE CON UNA x IL TEMA SCELTO

 

CONTEST “FORESTE” Giornata internazionale delle foreste .

Al fine di consentirci una più efficace organizzazione dei servizi La preghiamo di compilare la presente scheda di adesione e di inviarla all’indirizzo e-mail: bcricercarte70@gmail.com 

 

  NOME....................................................... COGNOME........................................................ 

 

 INDIRIZZO---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 CAP ....................... COMUNE.................................                  .   PROVINCIA.......................

 

 TELEFONO-------------------------------------------- E-MAIL---------------------------------------------------------

TEMA 1 - FORESTA VIOLENTATA                            TEMA 2- FORESTA ALLEGORICA

 

SEZ 1- MEDIA SCELTO------------------------------------- SEZ 2- MEDIA SCELTO--------------------------

 

TITOLO.................................................. MIS........................... TECNICA................ ANNO

 

 

                                                                                                                             FIRMA

 

 


 ALBERI: le radici che fanno rete mostra d’arte contemporanea  Chiesa Rupestre Sant’Antonio Abate – Sasso Barisano MATERA- 28 novembre 04 dicembre 2021

IL PROGETTO: Il progetto è finalizzato a fare ricerca della creatività e promozione dell’arte contemporanea attraverso artisti creativi, ispirati e contaminati da tematiche varie. Si intende così creare una interconnessione tra il mondo dell’arte e quello della comunicazione, con una particolare attenzione al tema della sensibilizzazione e dell’ambiente. L’idea del progetto “ALBERI: le radici che fanno rete”, nasce dopo aver letto “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono. Un libro piccolissimo, di appena 51 pagine, ma grande e intenso sia nel messaggio che nella morale. Il racconto ambientato nel villaggio di Vergon in Provenza, tratta dell’incontro dell’autore con una personalità indimenticabile: un pastore, Elzèard Bouffier solitario e tranquillo, di poche parole, che provava piacere a vivere lentamente con le sue pecore ed il suo cane. La vicenda ruota attorno alla sua grande impresa: Quella di seminare querce, faggi e betulle, senza ricompensa in una terra non sua, più di diecimila alberi. Da ciò la rinascita morale ed ambientale di quel luogo. Ed è ciò, che con questo progetto ci si prefigge di raggiungere l’obiettivo di piantare alberi con l’aiuto di alcune aziende che ci supporteranno donando alberi da piantare, che insieme ai bambini e alle scuole, che sono da sempre la speranza per costruire un futuro migliore per tutti, creeremo un parco dove saranno realizzati progetti di didattica per bambini dalle scuole dell’infanzia alle classi superiori e di educazione e sensibilizzazione ambientale di cittadini adulti. Simbolicamente gli alberi sono portatori di vita, frutti, equilibrio, conoscenza e saggezza. Ed è con questo progetto augurale, conservando nella mia memoria il ricordi vivo di alberi disegnati quando ero bambina, che intendo riprendere il gusto di ritrattare il tema qui proposto, arricchendolo di “nuances” e mantenendo il suo più profondo archetipo come “leitmotiv” della mia espressione artistica. E’ proprio attraverso l’albero che si può riproporre il rapporto uomo-natura, miticamente infranto, ma sempre desideroso d’unità, ed in questo caso sarà la magia dei colori della tela a farne rivivere il mito e ad evocarne i rigogliosi frutti. L’albero costituisce da sempre un invito, un anelito d’eternità, la “memoria” d’ogni uomo, le sue origini (albero dell’Eden”) le sue radici, la sua genealogia. Può essere trattato come solitudine, come conforto d’eternità accanto alla tomba dei cari (cfr “I sepolcri” di Ugo Foscolo), può anche costituire l’emblema della fratellanza, il girotondo dei piccoli attorno ad un albero così caro alla letteratura d’infanzia e sovente si riscontra nei timidi disegni dei fanciulli. Ed ancora non va dimenticato come dal disegno degli alberi viene fuori la personalità, che come grande quercia, ha la capacità di attendere il suo lento “maturarsi”

Direttore artistico RicercArte Naire Feo.

Stiamo selezionando artisti italiani e stranieri per la mostra collettiva internazionale d’arte Contemporanea ALBERI: le radici che fanno rete La mostra a cura del direttore artistico Bartolomeo Conciauro Associazione Patrimonio Rupestre di Matera, in collaborazione con Associazione Culturale RicercArte.

CANDIDATURA/SELEZIONE La partecipazione è aperta a tutti gli artisti italiani e internazionali operanti nei campi della pittura, scultura, fotografia, arte digitale. Il tema scelto per questo progetto è: ALBERI: le radici che fanno rete. Per partecipare occorre inviare entro il 28 /09/ 2021 1 immagine fotografica dell’opera in formato jpeg ad alta risoluzione, breve biografia e testo di presentazione dell’opera (Max10 righe cad., formato Word) a: bcricercarte70@gmail.com con oggetto mail- ALBERI: le radici che fanno rete Le opere non dovranno essere superiori a cm 60x80. Compilare e firmare la scheda di partecipazione Il file IMMAGINE dovrà essere nominato; Nome Artista-Titolo-Tecnica-Misura- Anno di esecuzione.

COME PARTECIPARE La partecipazione alla selezione è gratuita è solo in caso di selezione sarà richiesto all’artista un contributo  per le spese di organizzazione della mostra, che comprende: ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO PROGETTO GRAFICO E STAMPA, PIEGHEVOLE, CARTOLINA INVITO, TOTEM PRESENTAZIONE CRITICA DISTRIBUZIONE MATERIALE PUBBLICITARIO COMUNICAZIONE DEGLI ARTISTI SELEZIONATI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL INSERIMENTO DELL’OPERA NEL SITO DI RICERCARTE. OPENING

COME CONTRIBUIRE L’artista selezionato dovrà versare la quota entro e non oltre 3 giorni dalla comunicazione di avvenuta selezione. La copia del versamento dovrà essere inviata a: bcricercarte70@gmail.com Il versamento potrà essere effettuato su Poste Pay Evolution intestato a Feo Naire n. 5333 1711 0925 1260 IBAN IT80I3608105138257454857457 Causale: contributo partecipazione a “Alberi: le radici che fanno rete” con le indicazioni del nome e cognome.

PERIODO ESPOSITIVO dal 28 novembre al 04 dicembre  2021.

CONSEGNA E RITIRO Le opere dovranno pervenire appena decideremo la data della mostra  al seguente indirizzo: AGENZIA MARTULLI VIAGGI S.r.l.s. VIA LUCANA N.15 - 75100 MATERA Le spese di trasporto A/R sono a carico dell’artista. L’artista selezionato verrà informato sulle modalità e termini di ritiro dell’opera. ALLESTIMENTO Il criterio espositivo e la collocazione dell’opera sono insindacabili e inappellabili.

LIBERATORIA Gli organizzatori, pur avendo la massima cura delle opere ricevute, non si assumono alcuna responsabilità per eventuali danni di trasporto, manomissioni, incendio, furto e altre cause durante tutte le fasi della manifestazione, del magazzinaggio, delle esposizioni e della giacenza, l’artista autorizza gli organizzatori a l’utilizzo delle immagini e i dati forniti per la promozione.

ACCETTAZIONE La partecipazione a ALBERI: le radici che fanno rete implica l’accettazione incondizionata da parte dei partecipanti di tutte le clausole e indicazioni contenute nel presente bando. La scheda di partecipazione firmata, dovrà pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica. bcricercarte70@gmail.com. Specificando nell’oggetto: ALBERI: le radici che fanno rete Info: Direttore Artistico Associazione Patrimonio Rupestre Bartolomeo Conciauro E-mail bartolomeo.conciauro@libero.it

                                        SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

 

NOME…………………………………………………………. COGNOME……………………………………………………

LUOGO E ANNO DI NASCITA…………………………….. DOMICILIO…………………………………………………… CITTA’…………………………………..PROV……………….                                                       RECAPITO TELEFONICO……………………EMAIL…………………………………………………………

PARTECIPAZIONE CON 1 OPERA TITOLO…………………………………………………. MIS ………………….

TECNICA ………………………………………………ANNO………………….              QUOTAZIONE FORNITA DALL’ARTISTA…………………

Trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Ue 2016/679 e del d.lgs. 101/2018 i dati personali raccolti saranno trattati anche con strumenti informatici esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Le informazioni custodite nel nostro archivio verranno utilizzate per la partecipazione al concorso e per l’invio del materiale informativo. Il titolare e responsabile del trattamento dei dati è Associazione Culturale RicercArte: bcricercarte70@gmail.com.                        firma

LE LOCATION



Download
PROGETTO "IL TEMPO"
Il progetto vuole stimolare gli artisti attraverso il linguaggio universale dell’arte a interrogarsi su cosa sia il tempo. Il tempo può essere percepito e misurato al suo passare? Il passato come “memoria”, il futuro come “attesa”, il presente come “visione”. Il tempo è una dimensione dell’anima, è la coscienza stessa che si dilata sino ad abbracciare con il presente anche il passato e l’avvenire. Il tempo è, perciò, una dimensione del soggetto, e lo spirito umano che raccoglie in unità la pluralità delle esperienze esterne disperse. Il tempo risiede, dunque, nella mente umana perché è proprio questa che attende, considera e ricorda.
manzari.jpg
Formato JPG 2.4 MB

LA LOCATION - CASA CAVA MATERA  - SASSO BARISANO


L’Associazione Culturale RicercArte di Palermo nasce nel 2003 da un’idea degli Artisti: Naire Feo e Bartolomeo Conciauro.

L'attività dell’ Associazione è caratterizzata dalla ricerca  dei linguaggi e le tecniche dell'arte contemporanea che sono molteplici: non solo pittura , ma creazioni di strutture abitabili e inabitabili, messe in scena di oggetti nello spazio, performance, fotografia ,video. Gli Artisti vengono supportati con mostre e pubblicazioni in Italia e all'estero.

L'intenzione è quella di risvegliare il concetto di crescita e di confronto, di interazione tra le arti per lo sviluppo di un progetto comune fatto di contenuti culturali nel segno della qualità, mantenendo sempre l'obiettivo di promozione e ricerca nel campo delle arti visive contemporanee.

 

 

Download
statuto associazione ricercarte formato
Documento Adobe Acrobat 296.7 KB

Curriculum RicercArte

2022 Pane- simbolismo e sacralità. mostra d'arte contemporanea 11/ 18 settembre 2022 Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie Sasso Caveoso Matera.

-Danze spirituali. mostra personale dell'artista Laura Giangrosso 11/18 settembre 2022 Chiesa Rupestre Madonna delle Grazie Sasso Caveoso Matera

Il respiro della vita- mostra personale dell'artista Paolo Manzari  17/25 aprile 2022 Chiesa Rupestre S Antonio Abate Sasso Barisano Matera

Contest Foreste mostra d'arte contemporanea 21/03 2022 Chiesa Rupestre S Antonio Abate Matera- Mudis Museo della Ceramica S. Stefano di Camastra 21 maggio 15 giugno 2022

2021-ALBERI. Le radici che fanno rete. 21/27 novembre  Chiesa Sant'Antonio Abate Sasso Barisano Matera

RESET - Mostra D'Arte Contemporanea 4/14 luglio MACA Museo D'Arte Contemporanea Collegio dei Gesuiti - Comune di Alcamo (TP) testo in catalogo Prof.ssa Lea Di Salvo

2021- Tra Mare e Terra- Personale di pittura dell'Artista Ivana Di Pisa- dal 4 al 19 Marzo 2021 e prorogata dal 20 al 30 giugno 2021  MACA Museo d'Arte Contemporanea Collego dei Gesuiti Comune di Alcamo (TP) Testo in catalogo a cura della Prof.ssa Lea Di Salvo

2020- IL TEMPO- Mostra d'arte contemporanea- 15/21 settembre 2020 Casa Cava - Matera

2020- Progetto - CONTATTO MOSTRA D'ARTE CONTEMORANEA IN PRESENZA 4/15 luglio 2020 Museo Nino Cordio Santa Ninfa (TP) Testo in catalogo a cura dello Storico e critico d'arte Marilena Calcara

2020- Progetto -CONTATTO ,MOSTRA D'ARTE CONTEMPORANEA  VIRTUALE - 16/31 maggio 2020 

            CIRCLE. mostra d'arte contemporanea, 4/30 gennaio 2020, chiesa Rupestre Sant'Antonio Abate . Sasso Barisano Matera

2019 - Progetto SENSE OF PLACE. Matera 2019 luglio/ settembre. 8 progetti culturali con mostre personali e una collettiva presso Casa Cava, Galleria Il Comignolo, Chiesa Rupestre S.Antonio Abate sui Sassi  di Matera.

 

2018-  Trees -3 artisti a confronto sul tema dell'albero. 29/30 novembre 2018 - Museo Nino Cordio  S. Ninfa (TP)

Siamo alla Frutta -  secondo appuntamento presso la galleria e biblioteca d'arte Studio 71 Palermo 10 -23 novembre

Inspire-mostra d'arte contemporanea collettiva- 7/16 luglio 2018 Casa Cava Matera

Siamo alla frutta-Mostra d'arte contemporanea 14/23 aprile 2018 Palazzo del Governo Siracusa

Sassittassi- sedie d'artista-  19/31 maggio 2018 MUDIS  Museo Diffuso Santo Stefano di Camastra

2016-Sassittassi "sedie d'artista" Mostra d'arte contemporanea - 17 dicembre 8 gennaio  Museo San Rocco TP

Ecologico- Manifesti ecosostenibili mostra itinerante in occasione della giornata mondiale per la terra- 22 / 30 aprile Orto Botanico Palermo

Centro Congressi Marconi Alcamo TP

Otium - mostra d'arte contemporanea - 12 / 26 giugno  Casa Cava Matera

 

2015-Arca. Mostra d'arte contemporanea-Mondadori Megastore Palermo-13/ 27 marzo

          Cahiers d'art- mostra personale dell'artista Giovanna Gennaro-11/ 24 aprile . Centro Congressi Marconi Alcamo

          I colori della terra- mostra personale dell'artista Gilda Gubiotti-6/ 12 giugno. Centro Congressi Marconi Alcamo

 

 

2014- Ispirati e Contaminati. Mostra d’arte contemporanea collettiva presso la Galleria “Schillerpalais” Berlino dal 09 al 30 agosto

Aspetti architettonici e paesaggistici siciliani ,mostra collettiva itinerante Centro congressi Marconi Alcamo. Museo degli Angeli S .Angelo di Brolo , Palazzo della cultura Catania, Palazzo della cultura Mistretta, Chiesa S. Giorgio dei Genovesi Palermo.

Azione Installazione 2. Evento con performance presso il comune di Castellammare del Golfo. (TP)

Concorso per Pittori e Illustratori ”Anche io come….Pinocchio. Centro congressi Marconi ,Alcamo, (TP) Spazio espositivo Musicus dal 25 luglio al 15 Settembre Castellammare del Golfo, (TP)

Skenè, Centro Culturale per l’infanzia Palermo

 

 

2013- Arte al centro. Installazioni permanenti, Castellammare del Golfo (TP)

Noi con voi. I dieci anni di attività dell’ associazione che ha visto la partecipazione di coloro i quali in questi dieci anni hanno contribuito alla crescita culturale dell’associazione in una grande collettiva presso il Centro Congressi Marconi ad Alcamo.

Una città ideale? Mostra d’arte contemporanea ex Monastero dei Benedettini Monreale (PA)

Paesaggi Industriali. Galleria d’arte Roma Siracusa, collettiva

La casa dell’Angelo. Collettiva ,Collegio dei Gesuiti Alcamo.

Azione Installazione. Mostra d’arte contemporanea-performance di circa 100 Artisti coloro i quali sono intervenuti su delle lettere che formavano il testo del “Nabucco”

La Palma ,tra sacro e profano .Palazzo Aragona Cutò ,collettiva d’Arte contemporanea Bagheria (PA)

 

 

 

2012- Successi nà vota-Sicilia e altre leggende . Collettiva ,ex Monastero dei Benedettini ,Monreale.

Piatto d’Autore. Collettiva Centro Congressi Marconi.

30 x30 Collettiva d’arte contemporanea Centro Congressi Marconi Alcamo (TP)

Santi ….uomini mostra d’arte contemporanea itinerante Centro Congressi Marconi

Santi…uomini collettiva d’arte contemporanea Castello Normanno Svevo Salemi (TP)

Lettere Ritrovate. Personale dell’Artista Domenica Cataldo ,Centro Congressi Marconi ,Alcamo.

Stanotte non dormire- notte bianca vetrinarte presso caffè letterario Mondadori Alcamo (TP)

Kakawa il cibo degli dei Collettiva d’Arte Contemporanea Febbraio 2012 Centro Congressi Marconi

Kakawa manifestazione sul cioccolato dal 21 al 25 Aprile Hotel Villa Mokarta Salemi (TP)

 

 

2011 -Interazioni. Collettiva, d’arte contemporanea Forum Factory, Berlino

Naturarte Riserva naturale bosco d’Alcamo comune di Alcamo

Frammenti urbani e visioni naturali personale di pittura dell’artista Liliana Errera

Centro congressi Marconi Alcamo (TP)

Sicilia e Altre Leggende Collettiva d’Arte Contemporanea Centro Congressi Marconi Alcamo (TP)

Volontariato, Cittadinanza e arte contro l’omofobia Mostra d’Arte contemporanea 13- 20 Maggio Centro Congressi Marconi Comune di Alcamo(TP)

Madre Terra collettiva d’Arte Contemporanea Centro congressi Marconi Alcamo (TP)

 

2010- Libro d’Artista. Collettiva itinerante, Collegio dei Gesuiti Alcamo, caffè letterario Al Kenisa Enna.

Genius Loci. Collettiva, Galleria Der-Ort Berlino

Madre terra collettiva d’arte contemporanea Centro Congressi Marconi

Artisti in memoria della Shoah. Collettiva, Centro Congressi Marconi Alcamo

40x40 Mostra del piccolo formato Villa Niscemi area di servizio d’arte Palermo

2009- La creatività come pretesto. Collettiva Centro congressi Marconi ,Alcamo

Appunti di Viaggio. Collettiva Icc Convention Centre Gent Belgio

Agrigento Arte. Fiera d’arte contemporanea ,Palacongressi Agrigento

 

 

2008- Piantiamo alberi insieme .Mostra d’arte contemporanea benefica itinerante, Consolato del Marocco ,Spazio polivalente Firenze, comune di Montevarchi, comune di Forlì, con il patrocinio della Provincia Regionale di Palermo e l’Associazione Onlus Reach Italia.

Vernice Art Fair. fiera d’arte contemporanea ,Forlì

Selezione d’Autore. Concorso d’arte contemporanea. Ex Noviziato dei Crociferi, Palermo.

Expo plein air ”Natura e Ambiente del territorio” collettiva, Torre Artale relais, Trabia

Murales. Storia della Sicilia ,usi e costumi. Realizzazione di un murales di 450 metri

lineari con la partecipazione di 40 artisti provenienti da tutta Italia.

Interazioni Contemporanee. Collettiva, Complesso Monumentale Guglielmo II Monreale.

 

2007- Percorsi. Programmazione di venti mostre personali rivolta a giovani Artisti del territorio.

Sogni d’Artista” vite e vino” Collettiva, Aglianica  wine  festival -Venosa(PZ)

Volti di Luce. Personale dell’artista Agata Vicari, Casa Pitrè Palermo

Mostra bi-personale degli artisti Donato Larotonda e Gaetano Li Grani L’Altro Arte Contemporanea Palermo

 

2006- 12 Artisti per il bosco di Ficuzza. Calendario

Vernice arte fair, Luce e Colore collettiva di artisti che hanno realizzato le loro opere su carta a mano: Franco Conti.

Segni e Scritture. Personale dell’Artista Pino Manzella ,Libreria Universitas Palermo.

Carta Bianca. Opere su carta a mano F Conti, Complesso Monumentale G.II Monreale(PA)

Percorsi 2. 20 artisti 20 mostre presso spazio espositivo GLI AMANTI dal dicembre 2006 al gennaio 2008

 

2005 -Grandi meditazioni per un piccolo formato. Collettiva itinerante, Galleria Roma Ortigia, Spazio Immagine Bagheria, Galleria Studio 71 Palermo.

Personale di scultura di Manlio Geraci presso libreria Mondadori Palermo

Paesaggi. Personale dello scultore Franco Montemaggiore ,Centro congressi Marconi, Alcamo.

Incisioni, disegni tempere e tecniche miste . Personale dell’Artista Tino Signorini, Castello dei Conti di Modica, Alcamo

Carta Bianca. Opere su carta a mano, collettiva Fiera d’arte contemporanea Forlì.

Tavola rotonda sulla lavorazione della carta a mano con un intervento del Maestro cartaio Franco Conti, Centro congressi Marconi.

Codici e Labirinti. Bi Personale degli Artisti Maria Vinci e Pino Manzella, Castello dei Conti di Modica Alcamo. (TP)

 

2004- Arte al castello. collettiva, Castello dei Conti di Modica Alcamo.

Meditazioni. Personale dell’Artista Naire Feo, Castello dei Conti di Modica Alcamo. (TP)

Percorsi 33 mostre 33 Artisti. Mostre Itineranti presso : Libreria Mondadori Palermo ,Libreria Universitas Palermo, Libreria dello Studente, Palermo Suite caffè letterario, Malavoglia caffè letterario Palermo. Dal novembre 2004 al giugno 2005

 

2003- Artisti Siciliani in collettiva. Corte delle stelle ,Cefalù (PA)

Frammenti. Collettiva . Osterio Magno Cefalù (PA)

 

OPERE PROGETTO "INSPIRE"

INSPIRE

Di Marilena Calcara

 

Il respiro scandisce il ritmo della vita, "respirare sulla” vita è quello che fa l’arte ed è questa la sfumatura che gli antichi romani davano al termine “inspiràre”, INSPIRE appunto. Il tema alla base della seguente mostra si rivela quindi come il perno più magico a fondamento del processo di creazione artistica, ovvero il modo in cui l’artista, respirando sulla vita e su sé stesso, produce l’opera d’arte. Il perché ed il modo in cui l’artista inizia la sua parabola creativa, tema attualissimo del dibattito sull’arte contemporanea, è l’aspetto più affascinante e travolgente che caratterizza l’opera d’arte. Ciò accade perché al ‘respiro’ sulle cose, l’arte contemporanea aggiunge la libertà espressiva delle forme e dei mezzi artistici, una libertà che complica tutto, comporta scelte e produce molteplici risultati. Questo raccontano i vasi-supporto su cui gioca l’artista Andrea Granchi o le foto di Francesco De Cristofaro dove la tela, supporto tradizionale dell’opera d’arte, ne diventa invece oggetto. Rimasta bianca e vuota, in netto contrasto con l’immagine del paesaggio impresso attraverso una fotografia, rappresenta il capovolgimento dei punti di vista dell’era moderna nell’arte contemporanea.

In questo respirare sulle cose l’arte si riconosce come uno specchio dell’anima, della società, dei desideri e delle paure che accompagnano l’uomo come essere sociale e come essere universale. Marion Bancher usa proprio il rispecchiarsi di un’opera tridimensionale in una bidimensionale per accompagnare e catturare il fruitore all’interno dell’opera attraverso un climax che parte dal fruitore stesso, mostrando che l’arte e l’ispirazione nascono dal dialogo con il mondo. Sul rapporto dell’arte con la realtà lavora anche l’artista Luciana Anelli, spostando l’accento sull’importanza della tradizione nella creazione artistica. Presentandone i due estremi, l’utilizzo usurato dell’immagine Gioconda o il rifiuto della storia in tutte le sue forme nell’avanguardia futurista esprime come, in entrambi i casi, non si possa rinunciare alla propria storia e alla propria memoria. Il trattamento della tradizione diventa celato e misterioso nell’Ophelia di Lisa Sorba, dove la morte della famosa eroina, assente anche nella scena teatrale di riferimento, viene mostrata proprio dalla sua assenza nel quadro.

Nella tradizione della creazione artistica femminile esiste una delicata espressione dell’intimità della donna che trova ispirazione nelle cose mostrate in modo nascosto, coperto, aperto e ricucito, celato dalla sofferenza o dal desiderio. Emerge in un ritratto nascosto dalla decorazione liberty di un ramo fiorito nell’opera di Piera Ingargiola o nella lacerazione di una sofferenza ricucita da un reale filo rosso dell’opera di Antonella Musella, momento drammatico ma allo stesso tempo vitale. La stessa drammaticità rossa esplode nell’opera di Antonella Affronti in una passione erotica che sembra scorrere sulla liquida lava di un vulcano. Ancora una volta in un antro, ancora una volta in un’intima realtà inaccessibile. Inaccessibile come le parole cucite tra le pagine di un libro, protette e celate da una rete impenetrabile, nell’opera di Letteria Giuffrè.

La donna che vede sé stessa si veste di panneggi, si copre e si scopre. L’uomo che vede la donna, la mostra nella sua potenza a metà tra ammirazione e paura, secondo uno schema alla Klimt che scompone l’essere più bello e incomprensibile del creato e che Alessandro D’Andria dipinge come bivalente, da una parte animale mostruoso e dall’altra essere umano sensuale e bello, che si dimena nella sua stessa trasformazione. La donna che si vede attraverso gli occhi dell’uomo si spoglia delle proprie emozioni ed incertezze per mostrarsi mascolina, sicura e padrona di sé. A sostenerla fa capolino la decoratività di uno sfondo liberty che sorregge la composizione di Anna Maria Lo Bello come un tappeto del gotico fiorito, assurgendo la figura a mitica dominatrice dei tempi moderni.

Anche la natura diventa elemento di partenza del respiro sulle cose e sulla vita. Nello stormo di uccelli di Lin Burian la natura comunica con sé stessa, calata nella modernità ma allo stesso totalmente alienata da essa. Se per Luisella Abbondi il creato diventa il pretesto per viaggiare negli spazi sconfinati dell’animo femminile, attraverso un lavoro sull’acqua, elemento femminile per eccellenza, Maria Pia Michieletto crea invece un luogo altro, puro, pulito, dove l’assenza di qualunque elemento umano o animale dà vita ad un paesaggio sospeso nel tempo. La stessa sospensione e magia si ritrova nell’opera di Naire Feo, nel suo gioco delle proporzioni che attira e concentra l’attenzione sull’albero, quasi simbolo totemico e sacro a cui si accede attraverso l’opera d’arte: realtà altra e sacra che può essere avvicinata solo da chi varca una doppia finestra, cornice nella cornice, che accompagna il fruitore, lo cattura ancora una volta e lo porta nel regno dell’ispirazione artistica. Giorgio Pica usa il paesaggio come luogo del sogno attraverso un’alba impressionista.  Oppure ancora in questo paesaggio, luogo e specchio dei moti e dei desideri dell’anima, si può riconoscere il riflesso di una “foresta oscura” dantesca nell’opera di Maria Laura Riccobono o l’antro magico di una fiaba come nell’opera di Francesco De Cristofaro, o ancora attraverso il monotipo di Paola Sacchi, un espressionismo quasi universale dettato dalla particolarità della tecnica. L’essenzialità dell’artista Bartolomeo Conciauro riesce a stravolgere l’apparente calma e tranquillità di un mare en grisaille, prodotto di un ricordo sbiadito, con la materialità e la prorompenza vivace degli agrumi in primo piano. La sottigliezza e la trasparenza dei colori, un tempo campo indiscusso della pittura a olio, diventa adesso terreno fertile per chi come Paolo Buffa sa usare l’arte digitale per creare atmosfere magiche.

La natura può lasciare spazio al dialogo con la cultura. Il blu intenso di Rossella Andriani acquista identità grazie ad un elemento architettonico e la scultura di Massimo Carriero che rappresenta una spiga, simbolo di fertilità, è composta dagli uomini, che attraverso la loro evoluzione ne hanno permesso la formazione. La cultura che dimentica la natura, porta comunque alla vincita della seconda, così la scultura in resina di Roberto Picchi esprime la vittoria dell’elemento naturale su quello artigianale, rotto e frantumato dalla potenza della vita o dal passare del tempo.

L’atto di creazione artistica porta anche allo sdoppiamento di sé stessi, attraverso la visualizzazione dei segreti più nascosti dell’animo umano come nella figura del doppio di Nando Segreti o nella visione multi identitaria di Nicola Lisanti. Ma l’arte è anche visualizzazione dei desideri e delle paure della società in cui l’artista vive, come quella della perdita di sé stessi attraverso l’ipnosi dei mezzi di comunicazione che Steve Boss rappresenta nella chiocciola, versione moderna e materica dell’optical art. La stessa paura della scomparsa dell’identità è propria del “non luogo” di una strada piena di volti senza nome di cui Arturo Barbante aumenta l’intensità drammatica, graffiandone le forme. Infine questo ventaglio di paure incontrollabili e di deliri della mente umana trova posto nell’astrazione minimalista della video art di Camilla Pisani.

L’ispirazione che viene dalla memoria emerge con violenza espressiva nei segni drammatici di Veronica Riedl-Schlauss.

In tutte queste ispirazioni c’è anche un’aspirazione verso l’alto, verso l’eterno, verso il divino amore. Così il trittico moderno di Raffaele Dragani si presta a identificare l’arte come portatrice di messaggi divini altrimenti intraducibili se non con il potere dell’immagine. Dimitri Gazziero attraverso una costruzione terminante in un triangolo, mostra il bisogno dell’uomo di proiettare la sua mente razionale, espressa qui dall’uso delle lettere, verso qualcosa di superiore, come l’amore eterno.

 

L’arte e l’amore sono indissolubilmente legati. Lo storico dell’arte Bernard Berenson diceva “credo che un vero amore per l'arte sia un dono, quanto il crearla; e può anche essere che entrambi scaturiscano dalla stessa sorgente mentale”. Questo amore è negli ultimi tempi reso complicato dalla mancanza di ascolto o dalla difficoltà di comunicazione che spesso gravitano all’interno dell’arte. Che Inspire sia l’inizio e l’occasione per riprovarci ancora e ancora una volta. 

LA LOCATION- casa cava